Il pane, come piace a me

IMG_0078Non sono alla ricerca dell’alveolo perfetto. Amo tutti i tipi di pani e stili di pizza , ma amo particolarmente il pane fatto con farina tipo 1 , buona idratazione e mollica che si fa mangiare. Si, amo la mollica corposa ma scioglievole. Quella sulla quale ti viene voglia di “schiattare” un buon pomodorino e irrorare di olio seguito da una spruzzatina di sale. Il pane che vi presento oggi è un pane semplice ma buonissimo. Useremo due tecniche : il poolish super rapido di circa un’ora e mezza e autolisi. Il primo per donare maggiori profumi (non vi aspettate i profumi di una lunga fermentazione ma vi assicuro che rimarrete soddisfatti. Il secondo per permetterci di salire di idratazione ed avere un pane morbido, scioglievole e saporito.

  • Farina tipo 1 600g
  • acqua 500g
  • lievito di birra 10 grammi
  • sale 12 g

Procedimento

  1. Usare 100 g di farina , 100 g di acqua e 6 g di lievito prelevati dal totale e create un impasto cremoso. Coprite la crema ottenuta con 30 g di farina . Vi aiuterà a capire quanto sia lievitato il vostro poolish e vi darà una copertura maggiore alla massa sottostate.
  2. Usare la restante parte di farina e unirla all’acqua a formare un panetto morbido. Nel caso aggiungete un goccio d’acqua verso la fine. Impastate per pochi minuti, solo per amalgamare. In questo modo daremo maggiore estensibilità ma, soprattutto, accorceremo i tempi di impastamento e lavoreremo meglio con un idro superiore al 70%.
  3. lasciare il tutto a riposo per 90 minuti. Il lievito nella prima mezz’ora sembrerà fermo. Successivamente noterete la differenza.
  4. allo scadere dei 90 minuti. Unite i due composti, il sale e iniziate ad impastare. Velocità medio/alta per i primi 10 minuti. Successivamente per altri 10 minuti velocità alta. Cercate di incordare bene, se non riuscite…niente paura : lasciate tutto riposare per una ventina di minuti e riprendete la situazione in mano.
  5. Non scoraggiatevi se notate che non incorda, fermatevi , tirate su il gancio della impastatrice e rimettetelo giù. Riavviate.
  6. Ad impasto incordato lasciate riposare dando una piega ogni mezz’ora, due volte.
  7. Riposo fino a che l’impasto non sia lievitato almeno del 70%.
  8. Formate i pani , mettete nelle forme oppure lasciate su asse di legno infarinato.
  9. Nella formatura prestate attenzione a non distruggere tutto il lavoro fatto dai lieviti. Siate delicati.
  10. Riposo fino a quando il pane non sia lievitato almeno del 70%. Il resto lo farà in forno. Non posso darvi tempistiche precise, sarebbe impossibile. Dipende da troppi fattori. Dovete quindi farci “l’occhio”.
  11. Forno caldo 230/250°C statico acceso per almeno mezz’ora prima di infornare.
  12. Infornate spruzzando acqua a volontà sul pane e nel forno. Lasciate a 230/250°C per 10 minuti.
  13. Portate a 200°C e cuocete il tempo necessario affinchè il pane risulti dorato e , misurando al cuore la temperatura , risultino 95°C. (Dipende dalle pezzature).
  14. Buon appetito e mi raccomando, condividete!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...